DONNA IN MENOPAUSA: FAKE NEWS SULL’ALIMENTAZIONE

DONNA IN MENOPAUSA: FAKE NEWS SULL’ALIMENTAZIONE

 

Con il temine “menopausa” si intente il momento della conclusione dei flussi mestruali, quindi la conclusione del periodo fertile della donna. La menopausa mediamente compare intorno ai 50 anni di età della donna, con l’aspettativa di vita di questi ultimi anni fa si che la donna passi circa 1/3 della sua vita proprio in post-menopausa. E’ importante in questo periodo avere attenzione all’alimentazione e allo stile di vita. Vi sono delle false credenze riguardanti questo periodo e qui vorrei sfatarli riassumendole in 3 punti principali:

1.       La menopausa non è una condizione patologica, anche è una condizione fisiologica, come qualsiasi periodo vissuto dalla donna, dall’età fertile, gravidanza ed allattamento. Può comportare qualche fastidio quali “vampate”, sbalzi d’umore, aumento di peso, cambia la distribuzione del grasso corporeo con la sua localizzazione nei glutei e nelle cosce (distribuzione “a pera”). Questo periodo deve essere visto come un’occasione per correggere o migliore alcuni accorgimenti o comportamenti sbagliati riguardanti lo stile di vita e l’alimentazione.

2.       Durante la menopausa vi è bisogno un aumento del contenuto di calcio. Il calcio non è vero che si prende solo dagli alimenti quali latte e formaggi. Sono buone fonti di calcio alcune verdure quali broccoli e cavoli, il pesce azzurro, specialmente i pesci piccoli (quali alici, lattarini e sardine) possono essere mangiati con tutta la lisca e alcuni molluschi e crostacei. L’acqua possiede un buon contenuto di calcio ben assorbibile.

3.       Non è vero che la menopausa porta aumento di peso e della circonferenza vita: un’attenta alimentazione, un buon piano nutrizionale e attività fisica regolare ed adeguata si può raggiungere e mantenere un peso adeguato prevenendo le patologie legate all’invecchiamento, oltre a migliorare il tono dell’umore.

Fonte: Crea – Linee Guida per una sana alimentazione

2020-11-07T22:43:01+01:00